Altri sport

Il c.t. Davide Cassani ha tenuto a battesimo una squadra abruzzese

Si tratta della Bevilacqua Sport- Ferretti

22.03.2019 00:21

Un battesimo con un padrino d'eccezione. Chi? Il Commissario Tecnico della Nazionale italiana di Ciclismo Davide Cassani. L'ex corridore e commentatore Rai, ora selezionatore azzurro, ha infatti presenziato alla cerimonia della Bevilacqua Sport – Ferretti, team abruzzese che rappresenta una vera e propria fucina di talenti del domani grazie alle numerose formazioni che vanno dai Giovanissimi agli Under 23 che ha anche una scuola di ciclismo su strada e Mtb,

«Sono anni fondamentali per questi ragazzi nel mondo del ciclismo, hanno la possibilità di far parte di una squadra che farà competizioni importanti. Il futuro è solo nelle loro mani e non dovranno avere rimpianti il giorno che smetteranno di correre e gareggiare. Un corridore può diventare un professionista e un campione, ma può anche smettere senza aver realizzato i propri sogni», è stato il messaggio del c.t., «ma in ogni caso avrà imparato tantissimo. Se una persona riesce a dare il massimo deve essere comunque contento e soddisfatto, riuscire ad ottenere il meglio da noi stessi è la cosa che conta. Ed è l’unico consiglio che posso dare a questi ragazzi».

Nel team Under 23 ci sono elementi di ottima prospettiva come l’ucraino Oleh Kanaka e Francesco Giordano, fresco di convocazione azzurra al raduno della nazionale di categoria in programma ad Offida. Giordano in questa stagione agonistica ha già collezionato un podio nel 7° Gran Premio dell'Industria di Civitanova Marche (gara di 105 km caratterizzata da un circuito cittadino da ripetere 30 volte), mentre Juri Passa nella stessa competizione si è piazzato al decimo posto. Due risultati di prestigio che fungono da ottimo prologo ai prossimi impegni. Il team manager Leonardo Bevilacqua ha commentato la maglia azzurra di Giordano così: «E’ il giusto premio per un corridore che sta crescendo di gara in gara, per tutto lo staff della squadra e per i nostri sponsor. Il nostro obiettivo è quello di far crescere i ragazzi e la strada imboccata è quella giusta». Il direttore sportivo Andrea Cesarini è soddisfatto della rosa allestita e punta molto sulla coesione di un gruppo che può regalare davvero tante soddisfazioni all’Abruzzo del pedale. Alla kermesse di Mosciano era presente anche il numero uno della Federazione Ciclismo Abruzzo, Mario Marrone: «Il futuro del nostro movimento è roseo, questa società ne è la dimostrazione con un vivaio assolutamente importante ed una squadra Under 23 di livello»

Commenti

Quella volta che il Trap poteva davvero allenare il Pescara...
Lecce – Pescara: scontro ad alta quota per gli abruzzesi