Prima squadra

Nielsen è tornato in città: "Impossibile dimenticare Pescara"

Le dichiarazioni rilasciate a Il Centro

14.06.2019 00:28

Pescara ti entra dentro e non ti lascia più. Diventa parte di te, per tutta la vita. Anche se sei nato nel Nord Europa e hai lasciato la città tempo fa per continuare la tua carriera altrove. E' il caso di Matti Lund Nielsen, il danesino tutto polmoni della Zemanlandia biancazzurra che è tornato - come riportato da Il Centro nei giorni scorsi - in città per un breve soggiorno. Insieme alla moglie e alla figlia, l’ex biancazzurro è stato in riva all’Adriatico per rilassarsi e riabbracciare i suoi vecchi amici. Tra questi, il terzino Antonio Balzano e Antonio Bocchetti, ex difensore del Pescara, ds, fresco di nomina di responsabile dell’area scouting.

«Impossibile dimenticare Pescara. È sempre un piacere tornare qui», ha affermato Nielsen al quotidiano abruzzese, «nel 2012 sono stato accolto con grande affetto e tutti mi hanno fatto sentire a casa. Non dimenticherò mai lo straordinario calore dei tifosi. Zeman non parlava molto, ma quando lo faceva sapeva farsi ascoltare. Verratti? Un fuoriclasse, era chiaro già da allora che sarebbe andato a giocare in un top club. Non dimenticherò mai le emozioni per la vittoria del campionato e la festa di una città impazzita di gioia. La partita che porterò sempre nel cuore è quella contro il Torino: l’Adriatico stracolmo, un’atmosfera magica. Io e mia moglie stiamo bene qui e anche mia figlia ha avuto un impatto bellissimo con la città, soprattutto quando l’abbiamo portata al mare. Zuari? Gli auguro che riesca a raggiungere tanti successi. Sarò sempre un grande tifoso biancazzurro».

 

Commenti

Pescara-Juventus 5-1: quando Allegri affondò la Vecchia Signora
11 metri di felcità per la Salernitana: Venezia in C