Prima squadra

Pillon: "Un attestato di stima che mi inorgoglisce quello dei tifosi"

Le parole del tecnico

13.04.2019 00:12

Due punti persi o uno conquistato? Il dilemma della serata è questo ma mister Bepi Pillon è soddisfatto:

"I ragazzi meritavano la partita. Secondo me la squadra ha fatto un’ottima prestazione, il Perugia si esprime bene fuori casa e devo dire che sull’1-0 abbiamo avuto le occasioni per chiudere il match", le sue parole a fine gara. "Il pareggio è un po’ casuale, il problema è non aver chiuso la partita. Sono contento perchè abbiamo avuto parecchi problemi, avevamo tanti indisponibili o recuperati last minute, vi ricordo che Brugman per 10 giorni non si è allenato. E' stato provato solo 10 minuti alla partitina durante la rifinitura, stamattina abbiamo parlato e se l'è sentita. E' un ragazzo eccezionale che dà tutto. Monachello? Ha avuto un problema all'adduttore. La cosa importante era lottare per la maglia come abbiamo fatto. Manca  il cinismo? Le partite così difficili vanno chiuse”

Il popolo pescarese sembra davvero tutto dalla sua parte e lo ha testimoniato con cori, apllausi e striscioni: "E' un attestato di stima che mi rende molto orgoglioso e molto felice. Hanno apprezzato il mio lavoro di questi 13 mesi, come minimo devo centrare i playoff per quello che mi hanno dato. Noi abbiamo in testa questo, ce lo meritiamo e se lo merita la gente che ci è sempre stata vicina. Non centrarlo sarebbe una delusione enorme e dobbiamo avere il sangue agli occhi per raggiungerlo. Io sto dando il massimo e poi non ci riesco pazienza. Sto dando il cuore per questo Pescara. Facciamo enormi sacrifici, tutto lo staff lavora 24 ore per raggiungere i playoff. Ci metteremo testa bassa a lavorare". 

Commenti

Rocco Pagano, colui che fece tremare perfino Paolo Maldini
Sottil: "Il loro gol è stata una bastonata. E.."