Altri sport

Un pescarese "alla corte" di Pep Guardiola

Eddy Farias, tecnico del Sambuceto, in visita al City

13.05.2018 13:13

Eddy Farias vola dal Manchester City: non si tratta di una bomba di mercato, ma quanto appena fatto dall’allenatore del Sambuceto Calcio. Fresco di conferma ufficiale sulla panchina viola anche per la prossima stagione in Eccellenza, l’allenatore è infatti volato oltremanica per quella che egli stesso ha definito come una “vacanza-studio” alla corte di Pep Guardiola e della Manchester sponda City.

Grazie all’amicizia che lo lega a Manel Estiarte, icona della pallanuoto in attività, e poi diventato storico assistente di Guardiola (con il quale collabora attualmente al City), mister Farias ha avuto l’opportunità sia di assistere a due incontri di campionato casalinghi dei “citizens” (contro Huddersfield e Brighton), che di presenziare direttamente alla preparazione della squadra campione d’Inghilterra durante gli allenamenti. «Avevo programmato questa visita a ottobre scorso con l’amico Estiarte, al quale avevo anche preannunciato che il suo City avrebbe vinto “a mani basse” la Premier League quest’anno, così come effettivamente poi è avvenuto. Oltre a vedere gli ultimi due incontri disputati dalla squadra, ho avuto l’opportunità di fare visita alla “cittadella” del City durante gli allenamenti, e ho potuto ammirare l’organizzazione nei minimi dettagli». E su ciò che ha potuto notare alla corte di Guardiola ed Estiarte, mister Farias non ha dubbi: «Ho avuto il piacere di vedere dal vivo quella che rappresenta allo stesso tempo una filosofia all’estrema professionalità unita alla grande semplicità, e devo dire che la realtà dei fatti al City è realmente come me la aspettavo prima di arrivare». Entusiasta il giudizio dell’allenatore del Sambuceto anche sulle persone che ha incontrato, e in particolare Estiarte (sportivo storicamente legato all’Abruzzo e a Pescara) e, ovviamente, il “padre” del tiki-taka, Guardiola: «Guardiola ed Estiarte, come tutti i grandi campioni di sport, sono dotati di grande personalità. E nonostante avessero tutte le carte in regola per elevarsi su un piedistallo, si sono invece mostrati super disponibili e soprattutto aperti al dialogo e prodighi di consigli. Non posso dire altro che grazie sia a Pep che a Estiarte perché danno i consigli giusti per arrivare al massimo». Ma cosa resterà in mister Farias di questi giorni vissuti a Manchester? «È stata un’esperienza indimenticabile anche per capire tutto ciò che ruota intorno a questa realtà. Potrei dire che per me si è trattato di un “aggiornamento professionale”». L’ultima battuta di mister Eddy Farias è dedicata al “fantamercato”: «Mercoledì a Manchester contro il Brighton ho visto l’emozionante addio al City di Yaya Touré. E dato che ero lì, posso dire che (mettendosi a ridere, ndr) sto facendo di tutto per portarlo a Sambuceto».

Commenti

Vincenzo Fiorillo e un futuro che parlerà ancora pescarese
Giro d'Italia in Abruzzo, cresce l'attesa