B Zona

Qui Padova: Bisoli vuole cambiare marcia contro l'imbattuto Pescara

Per ritrovare i 3 punti Bisoli potrebbe affidarsi un'altra volta al 352 ma a diversi interpreti

28.09.2018 09:47

A CURA DI CLAUDIO ROSA

Vince e vola in classifica il Pescara di Bepi Pillon che ora si trova secondo in solitaria, a due punti dalla vetta. L’imperativo ora è non abbassare la guardia, soprattutto in una trasferta ricca di insidie come quella di lunedì sera, quando i biancazzurri dovranno fare i conti con il Padova.

PADOVA, NIENTE ALLARMISMI

Salernitana, Cremonese e Foggia. Sono bastate tre partite al Padova per risvegliarsi bruscamente da un sogno che era cominciato sin troppo bene. L’avvio di campionato, con il pareggio a Verona ed il successo casalingo sul Venezia, aveva già fatto esplodere i tifosi che già immaginavano una stagione da assoluta protagonista, magari col doppio salto di categoria che tanto ‘va di moda’ in questi ultimi anni.

Ed invece no. La Serie B è bastarda da questo punto di vista, un attimo sei su e quello immediatamente dopo sei già giù, e forse neanche sai come. Probabilmente si sono sentiti così in veneto quando, dopo l’ultima partita a Foggia, i biancoscudati hanno rimandato il ritorno alla vittoria, per la terza giornata consecutiva. La squadra sembra aver perso già quella carica di fine estate, e la partita in terra pugliese lo dimostra: dopo il vantaggio nei primi minuti, che poteva indirizzare nettamente l’incontro a favore degli ospiti, c’è stato un crollo nei secondi quarantacinque minuti dove i ragazzi di Bisoli non solo si sono fatti recuperare, ma hanno anche perso l’occasione di far punti, che mai come quest’anno nella ‘nuova’ Serie B potrebbe risultare decisivi in primavera.

A Padova sono stati chiari, l’obiettivo primario ovviamente è la salvezza, ma con qualche accorgimento si poteva occupare, ad oggi, una posizione migliore in questa iniziale classifica, anche se 5 punti in 5 partite restano comunque un bottino discreto, considerando gli avversari affrontati finora.

BISOLI, SI CAMBIA ANCORA?

“Il problema nostro serio è che chi entra dalla panchina non riesce a darci il giusto apporto rispetto a chi esce. Tutte le volte che entra qualcuno, non riesce ad entrare in partita.” Queste le forti dichiarazioni di Bisoli a seguito della sconfitta esterna col Foggia, in una partita in cui i veneti, per errori e per ingenuità, forse potevano raccogliere di più di quanto hanno potuto.

Con il Pescara però, vietato fare passi falsi, considerando che si tratterebbe potenzialmente della quarta partita senza vincere. Per ritrovare i tre punti, Bisoli potrebbe affidarsi un'altra volta al 352, con alcuni cambi rispetto alla trasferta foggiana: in porta c’è Merelli mentre in difesa confermato il trio Trevisan – Capelli – Ravanelli; sulle fasce spazio a Contessa e Salviato mentre in mezzo agiranno Pulzetti e Cappelletti, nonostante la prova opaca di mercoledì; davanti Bonazzoli, ancora a secco di gol, potrebbe essere appoggiato da Sarno e Capello, entrambi in ballottaggio con Clemenza per una maglia da titolare.

 

Commenti

Codice di condotta della Società: approvato il Sistema di Gradimento
Lavori sulla linea ferroviaria: modifiche circolazione treni