Prima squadra

Non si ricorrerà al mercato degli svincolati (almeno per il momento)

Resta l'idea Pasquato, ma la rosa è lunghissima

05.09.2019 09:12

Chiusa ufficialmente la sessione di mercato, è caccia allo svincolato per quelle società che hanno ancora bisogno di ritocchi. Il Pescara, che pure ha qualche lacuna, ha una rosa lunghissima e almeno per il momento non usufruirà della possibilità offerta dal regolamento di rivolgersi al mercato dei senza contratto. Almeno per il momento, perchè se nel prossimo mese il campo dovesse dire che un innesto serve, la società non si tirerebbe indietro.

E' il caso dell'ex biancazzurro Pasquato, che resta nei radar perchè potrebbe essere il classico jolly per far fare il salto di qualità e permettere a Zauri di cambiare modulo. Nella lista degli svincolati c'è ancora anche il grande sogno biancazzurro Birkir Bjarnason, senza contratto dopo la rescissione con l'Aston Villa, e altri giocatori in passato accostati al Pescara (Fedato, vecchio pupillo di Repetto, Lorenzo Crisetig, svincolato dal Bologna, e Filippo De Col, che proprio ieri ha salutato lo Spezia). Tanti ex biancazzurri senza contratto come i portieri Serraiocco e Bizzarri, il terzino Salviato, il jolly Croce ed il centravanti Cocco (che piace al Foggia).

Svincolati a parte, oltre all'ala mancina il grande rimpianto di mercato del Pescara è Matteo Gabbia, Azzurrino1999 che il Milan ha voluto tenere come quarto centrale dopo Romagnoli, Musacchio e Duarte (fino almeno a novembre l’infortunato Caldara non sarà a disposizione). Il Milan ha successivamente respinto gli assalti del Pescara, club da sempre in pole per il baby difensore, e nelle ultime ore di mercato anche di Chievo, Brescia, Livorno e Crotone che puntavano a prenderlo in prestito. Giampaolo lo considera una risorsa e stravede per lui. A gennaio, comunque, se ne riparlerà.

 

Commenti

Pochi spettatori, ma numeri in linea con l'era Pillon
L'Amatori riparte da coach Verderosa e capitan Di Fonzo