Prima squadra

I gol di Stefano Pettinari per salvare il Pescara

25.04.2018 07:31

La salvezza del Pescara passa (anche) dai piedi di Stefano Pettinari, ex di turno della partitissima di sabato prossimo. Lo scorso anno in neroverde fu artefice di una grande rimonta con i compagni che regalò all'ultimo respiro la salvezza delle Fere. Ora vuole fare lo stesso col Delfino (leggi qui la sua intervista di ieri).

 Il raggiungimento della permanenza in B dei biancazzurri passa anche dai piedi del suo bomber principale, 13 gol stagionali e record in carriera di marcature già stabilito. A cinque partite dalla fine, però, è tutto ancora in ballo e lui deve caricarsi la squadra sulle spalle e trascinarla fuori dalle sabbie mobili della classifica. La scorsa estate era indicato come sicuro partente. Il d.s. della Ternana Luca Evangelisti avrebbe fatto carte false pur di mantenerlo in organico. Tre mesi con la valigia in mano per Pettinari, ma con il duro lavoro convinse Zeman a dargli una possibilità. Destò stupore laa scelta di Zeman di puntare su lui e non su Ganz, il colpo più oneroso del mercato biancazzurro. Una fiducia ben ripagata, con 12 gol griffati fino alla gara con il Cesena, praticamente un girone fa. Dopo di allora – era l’8 dicembre – un solo gol ed un calo personale che è coinciso anche con la crisi del Pescara. Il periodo più buio? La sconfitta interna contro l’Empoli, con rigore sbagliato, battibecco con Epifani e i fischi sonori del pubblico (anche) al suo indirizzo.  La “rinascita” contro il Bari, con un gol in pieno recupero ad interrompere il personale digiuno e a completare una rimonta incredibile e di importanza capitale, che ha finalmente esaltato i tifosi. Il traguardo salvezza passa attraverso 4 scontri diretti, a partire proprio da quello di Terni, nelle prossime 5 (ed ultime gare). In caso di vittoria, però, la salvezza sarebbe ipotecata e la Ternana quasi definitivamente spacciata, nonostante la super rincorsa della quale è stata protagonista nell’ultimo mese (3 vittorie ed un pari nelle ultime 4 gare disputate). E lui vuole lasciare la sua indelebile firma...

 

 

Commenti

Futuro Pillon entro 10 giorni
Verso Terni: problemi per Falco e Fornasier