B Zona

A Castel di Sangro la Nazionale Femminile schianta Malta

5-0 il risultato finale

12.11.2019 19:19

Bella, concreta e vincente. Sotto il diluvio di Castel di Sangro, nell’ultima partita del 2019, la Nazionale di Milena Bertolini batte 5-0 Malta conquistando il sesto successo consecutivo nelle qualificazioni a EURO 2021. Davanti ai circa 3mila spettatori presenti allo stadio ‘Teofilo Patini’, le Azzurre mettono in mostra le proprie qualità tecniche e atletiche infrangendo così il ‘muro’ difensivo maltese. Nei primi 45’ arrivano le reti di Cernoia (doppietta), Sabatino e Giugliano, mentre nella ripresa - complice l’espulsione di Giugliano - la squadra fatica un po’ di più, ma trova comunque il 5-0 a tempo quasi scaduto con una grande conclusione di Greggi, al suo primo gol in Nazionale.

L’Italia mantiene la vetta del Gruppo B con tre punti di vantaggio sulla Danimarca, che però ha una partita in meno. Le prossime gare di qualificazione si disputeranno nell’aprile del 2020, con le Azzurre che affronteranno Israele e Bosnia per poi proiettarsi sulle ultime due decisive sfide con la Danimarca (9 giugno in casa e 22 settembre in trasferta).

“Avevo chiesto alla squadra di chiudere bene questo 2019 - il commento di Milena Bertolini - che per noi e per tutto il movimento è stato un anno fantastico, le ragazze sono state molto brave anche oggi e hanno fatto vedere un bel calcio. Nel nuovo anno faremo di tutto per prenderci la qualificazione all’Europeo. Non sarà facile, ma questo gruppo ha una gran voglia di continuare a fare bene dimostrando che il nostro è un calcio di gran livello”.

LA PARTITA – Rispetto alla sfida disputata a Benevento venerdì scorso, le uniche due novità sono rappresentate da Fusetti e Boattin, che giocano dal primo minuto al posto delle infortunate Gama e Guagni, con Bartoli che si sposta sulla destra per andare a coprire la posizione solitamente occupata dal capitano della Fiorentina. Malta risponde con un prudente 4-5-1, schierando dall’inizio due conoscenze del nostro calcio: la barese Shona Zammit e il difensore centrale della Florentia San Gimignano Emma Lipman, con la juventina Sciberras pronta a subentrare a partita in corso. Le Azzurre partono forte e nei primi minuti sfiorano per due volte il gol con Sabatino e Girelli, ma le conclusioni delle attaccanti in maglia verde vengono ribattute in extremis dalla retroguardia avversaria. Malta difende con ordine e prova qualche sporadica ripartenza in contropiede, ma non può nulla sulla perfetta punizione a giro di Cernoia, che dai 20 metri batte Xuereb portando in vantaggio l’Italia.

La centrocampista della Juventus concede il bis dieci minuti dopo con un gran tiro dal limite dell’area, mentre al 42’ arriva anche il 3-0 firmato da Sabatino, brava a farsi trovare pronta sul perfetto assist di Girelli. Prima di rientrare negli spogliatoi c’è gloria anche per Giugliano, che trova il quarto gol azzurro con una potente conclusione dalla distanza.

Nella ripresa cala d’intensità la pioggia, non il ritmo delle Azzurre che continuano ad attaccare con l’obiettivo di migliorare la propria differenza reti. Arrivano occasioni da gol, l’ingresso in campo di Greggi (alla sua seconda presenza in Nazionale) e, al 71’, con l’Italia riversata nella metà campo avversaria, anche il secondo giallo per Giugliano, punita per essere rientrata in campo - dopo essere stata medicata per un colpo subito - senza il via libera dell’arbitro. Le Azzurre, come avvenuto a Benevento, chiudono il match in 10, ma nonostante questo sfiorano più volte la rete con Tarenzi e Girelli. Il 5-0 arriva oltre il 90’ grazie a un’altra conclusione dalla distanza, firmata questa volta da Greggi.

ITALIA-MALTA 5-0 (4-0 pt)

Reti: 27’ e 37’ Cernoia (I), 42’ Sabatino (I), 45’ Giugliano (I), 91’ Greggi (I)

ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bartoli (46’ Bergamaschi), Fusetti, Linari, Boattin; Rosucci, Giugliano, Galli (56’ Greggi), Cernoia; Girelli, Sabatino (67’ Tarenzi). A disp: Aprile, Piazza, Lenzini, Merlo, Marinelli, Tarenzi, Caruso, Glionna, Salvatori Rinaldi, Tucceri Cimini. Ct: Milena Bertolini.

MALTA (4-5-1): Xuereb; Flask, Zammit, Lipman, Farrugia (46’ Sciberras); Cuschieri (46’ Said), Zammit, Sultana (69’ Xuereb), Borg, Theuma; Farrugia. A disp: Borg, Mifsud, Carabott, Borg, Xuereb, Turner. Ct: Mark Antony Gatt.

Arbitro: Eleni Antoniu (GRE), Assistenti: Chrysoula Kourompylia (GRE) e Sofia Athanasopoulou (GRE). Quarto ufficiale: Anastasia Mylopoulou (GRE).

Note: spettatori 3000. Espulsa Giugliano (I). Ammonita Girelli (I).

Commenti

Erano “Poveri ma belli". Ma vincenti
Il Pescara è la squadra di B con più Nazionali