Prima squadra

Pillon: "La mia squadra ha un'anima, lotta fino all'ultimo secondo e non molla mai"

Il tecnico p stato ospite della diretta Facebook de Il Centro

12.10.2018 13:45

Pescara primo in classifica e felice. L'artefice principale del primato? Mister Bepi Pillon, il condottiero di un manipolo di ragazzi terribili e di saggi senatori che vuole continuare a stupire. Ospite nella redazione de Il Centro per una diretta Facebook, l'allenatore dei biancazzurri, Bepi Pillon, ha affrontato tutti i temi dell'universo biancazzurro. 

Ecco le principali dichiarazioni rilasciate:

"Non è cambiato nulla, dobbiamo essere concentrati sul lavoro che dobbiamo portare avanti. Siamo contenti che ci sia entusiasmo tra i nostri tifosi ma tutto questo lo dobbiamo lasciare da parte perchè dobbiamo essere concentrati sul futuro e il nostro futuro è lo Spezia. Stiamo giocando abbastanza bene, ma dobbiamo migliorare, quello che però di questa squadra mi piace è che ha un'anima e mette in campo tutto quello che ha e noi dobbiamo proseguire su questa strada. E' una squadra che lotta fino all'ultimo secondo e non molla mai, è questo che piace alla nostra gente. Attraverso queste prerogative e la nostra qualità possiamo fare un buon campionato. E' presto per fare delle previsioni, la forbice tra playoff e playout in un torneo a 19 squadre è corta, ma non vedo la squadra ammazzacampionato. Tutta la famiglia del Pescara ha unità di intenti, tutti remiamo dalla stessa parte e vogliamo fare bene. L'anno scorso abbiamo meritato la salvezza, ero molto fiducioso e non ho mai avuto paura. Quest'anno abbiamo avuto una crescita costante della squadra grazie al lavoro dal 9 luglio, abbiamo cercato di essere molto precisi sull'aspetto fisico e sul piano tattico e ora si cominciano a vedere i risultati del lavoro. I frutti non si vedono immediatamente, ma con il tempo, ed è essenziale che i giocatori credano nel lavoro che fanno. Mancuso? Lui ama giocare sia da centravanti sia da attaccante esterno partendo da sinistra, ha fatto due gare da attaccante centrale ma ha fatto tanti gol anche da ala. L'importante è l'atteggiamento che mette in campo, sempre propositivo, è un giocatore che dà il 101% ed in questo momento trova la porta. Machin? Ha delle caratteristiche importanti, ma deve mantenere la determinazione e l'umiltà che ha messo nelle ultime partite perchè se perde quella dimensione e vuol strafare finisce in panchina perchè devo guardare all'interesse della squadra. La panchina gli è servita molto, credo abbia capito. Le qualità ci sono, sta a lui dimostrare di essere all'altezza per poter ambire ad un traguardo importantissimo. Io nel cuore dei pescaresi? Nel bene e nel male mantego il mio equilibrio, sono sempre la stessa persona nel bene e nel male. So come va nel calcio, so che ci sono momenti positivi come questo ed altri no. Non voglio venedere fumo o creare facili entusiasmi, non mando a dire le cose e sono diretto con tutti. Adesso a La Spezia sarà una battaglia, conosco l'ambiente per esserci stato ma tireremo fuori le palle". 

Commenti

L'amarcord: il primo ritorno di Galeone a Pescara
Il campione mondiale juniores di Kickboxing è pescarese!