B Zona

Cosmi: "Vittoria meritata. Col Brescia tenteremo l'impresa"

L'analisi del tecnico bianconero al termine del match dell'Adriatico

12.05.2018 14:26

A CURA DI DANIELE BERARDI

Un Ascoli corsaro sbanca l'Adriatico con merito. Decide una rete di Bianchi nel primo tempo, ma i piceni hanno collezionato legni ed occasioni a grappoli nella seconda frazione. Una vittoria che fa morale, ma per Serse Cosmi gli episodi hanno influito (e non poco) sul risultato finale: "La lettura della gara è piuttosto semplice. Siamo partiti fin troppo timorosi. Volevamo contenere il loro palleggio ma abbiamo finito per ristagnare sotto la linea della palla. Il gol su palla inattiva ha spostato gli equilibri, probabilmente il rosso a Coda ha messo la pietra tombale sul match. So cosa significa giocare in inferiorità umerica in questo stadio e la pressione che ti circonda quando le cose non vanno".

I risultati dagli altri campi lasciano aperte speranze di salvezza diretta per i piceni, ma servirà una super prestazione nel match casalingo contro il Brescia: "Avevo immaginato un Pescara salvo già oggi, anche con la nostra vittoria qui all'Adriatico. Ma purtroppo ci sono squadre dispensatrici di punti in questo campionato che improvvisamente ricordano di essere forti. Se dovessimo raggiungere la salvezza, mi sentirei doppiamente orgoglioso perché arriverebbe contro una squadra che non può permettersi di regalare punti".

I bianconeri avrebbero potuto chiudere la pratica più e più volte, nel secondo tempo, coi tentativi di Baldini e Buzzegoli: "Sono partite che andrebbero chiuse il prima possibile, perché poi rischi di pareggiarle e non potevamo accettarlo. Credo che stavolta sia stato molto bravo Fiorillo, ma più che mancanza di cattiveria la definirei sfortuna. Baldini? Ha una caratteristica fondamentale quando si arriva a maggio: la gamba. Deve affinare tecnica e intelligenza calcistica, ma ha ottimi margini di miglioramento".

Il cammino dell'Ascoli, sotto la gestione Cosmi, è stato eccellente, ma nonostante tutto potrebbe non bastare per mantenere la categoria: "Abbiamo collezionato 26 punti nel girone di ritorno, ma sarebbe ingeneroso focalizzarsi solo sulla mia gestione. Siamo felici di poterci giocare la salvezza nel nostro stadio, davanti ai nostri tifosi, che anche oggi ci hanno fatto sentire il loro immenso calore". 

Commenti

Vincenzo Fiorillo e un futuro che parlerà ancora pescarese
Il Picchio espugna l'Adriatico: Pescara-Ascoli 0-1