B Zona

Il commento alla gara di Vivarini

L'emozione del ritorno da ex e una partita dura

25.11.2018 20:15

Vincenzo Vivarini ed il post Pescara-Ascoli 1-1. Ecco il suo commento. “Il Pescara ha individualità offensive importantissime, soprattutto a metà campo, ma ha qualche pecca difensiva quando abbassa i ritmi e concede spazio tra le linee. Noi siamo stati bravi a lavorarci, è lì che abbiamo guadagnato campo. Sapevamo anche che avrebbe avuto un calo fisico, e si è confermato nel secondo tempo. Ma resta una squadra forte che può restare ai vertici del campionato. E’ stata una bella partita, giocata bene da entrambe le squadre. Da parte nostra dovevamo curare tanti aspetti difensivi e in linea di massima l’abbiamo fatto bene. Il Pescara ha avuto occasioni, ma anche noi le nostre. Lanni? Ha fatto il suo, sapevo che era in grandi condizioni. Siamo stati tutti applicati e concentrati. Un pomeriggio positivo. Anche per le nostre punte: Rosseti ha sfornato l’assist, Ardemagni si è confermato decisivo negli ultimi metri. Abbiamo sofferto con i terzini, ma non per demerito loro: il Pescara è molto pericoloso sulle fasce. A fine primo tempo abbiamo riattivato il cervello sulle pressioni da fare, abbiamo fatto bene anche in dieci uomini. Siamo stati sempre corti e aggressivi. A noi ancora nessun rigore a favore? Non commento, per me gli arbitraggi vanno sempre bene, anche se potevano starci due rigori, uno su Ardemagni e uno su Ngombo, al quale è stata praticamente tolta la maglietta in area”.

Sul ritorno da ex: “Sapete cosa rappresenta questo stadio e questo club per me ,  l’emozione è durata qualche minuto, il tempo di salire i gradini che portano dagli spogliatoi al campo. Poi la tensione della partita mi ha fatto dimenticare tutto e ho pensato solo a guidare i ragazzi”. 

Commenti

Marras racconta il sogno Serie A col Pescara
U. Amatori Pescara stratosferica a Civitanova Marche