Basket

Quinta vittoria consecutiva per l'U. Amatori Pescara!

Vittoria nel derby di Campli

02.12.2018 20:39

Pronostico rispettato, ma non è stato tutto facile. E non è stata affatto una passeggiata, come qualcuno poteva pensare alla vigilia. L’Unibasket Amatori Pescara sbanca Campli nel derby e centra la quinta vittoria consecutiva. Al PalaBorgognoni la squadra del presidente Carlo Di Fabio certifica il suo “Magic Moment”, inaugurato contro Porto Sant’Elpidio e proseguito poi con i successi contro Corato, Ancona e Civitanova, battendo a domicilio una squadra giovane e ancora senza vittorie in stagione, ma non per questo arrendevole. E’ finita 68-83, con cinque uomini in doppia cifra per Pescara (Capitanelli e Potì 15, Leonzio 14, Caverni e Serafini 15).

Rajola e i suoi ragazzi toccano quota 14 punti, un bottino ottimo soprattutto se si pensa alla circostanza che su 9 gare disputate ben 6 sono state giocate lontano dal PalaGas&Power di Pescara. Il pregio maggiore della serata di Campli evidenziato dalla truppa, al di là del risultato, è stato il piglio mostrato nei momenti di difficoltà di una gara che si è rivelata meno agevole di quanto si credeva prima della palla a due. 

La gara. I primi due punti del match li mette a referto Campli con Milosevic, ma Pescara mette subito in chiaro le cose e prende abbastanza agevolmente il largo. Dopo 4 minuti sono già dieci le lunghezze di distanza tra i padroni di casa e gli ospiti (4-14), un divario che resta quasi immutato per tutto il quarto. Dopo i primi 10 minuti di gioco, nei quali coach Rajola ha impiegato 8 dei 12 giocatori a disposizione, il punteggio sorride alla squadra biancorossa per 17-27. Buona la circolazione di palla in fase offensiva, meno bene la truppa pescarese in fase di non possesso: i 17 punti di Scortica e soci ne rappresentano la più fulgida testimonianza.

Il secondo quarto si apre con una bomba proprio di Scortica e con altri due punti del n. 12 a dimezzare il distacco, poi Capitanelli con una stoppata ed una tripla in rapida successione prova a suonare la carica. Ma invano. Campli al 6’ si porta sul -3, a 7’30’’ sul -2 e a 1 minuto dall’intervallo aggancia la parità sul 35-35. All’ultimo giro di orologio Campli mette la testa avanti con Miglio, ma al riposo si va sul 37 -37 grazie a due punti di Big Cap e ad una stoppata dello stesso capitano. Il parziale di 20-10 registrato nel quarto è assolutamente indicativo di dieci minuti molto complicati per l’Unibasket, iniziati con poca incisività al tiro e poca collaborazione in difesa e conclusi con un Rajola visibilmente contrariato.

 

Quattro punti di Potì e tre di Serafini, ex di turno, aprono il terzo quarto e l’Amatori sembra tornare a giocare come sa. Una schiacciata di Serafini ed una realizzazione dall’area di Capitanelli frenano il tentativo di rimonta di Campli, ricacciata a -8  sul 42-50 dopo 4’30’’. Subito dopo Big Cap e Leonzio dalla lunetta sono glaciali e la schiacciata di Serafini permette l’allungo. Il massimo vantaggio per Pescara (+15) lo firma Caverni a 2’10’’ da fine quarto. Agli ultimi dieci minuti di gioco si va sul punteggio di 52-63, perché Campli ha un sussulto di orgoglio e accorcia.

L’ultimo quarto si preannuncia dunque intenso. Carpanzano e soci amministrano il vantaggio ed una bomba di Potì permette l’allungo sul +16 (55-71). Campli con una fiammata prova a rientrare in partita, ma l’Amatori non sbanda e la schiacciata finale di Capitanelli manda agli archivi il 68-83 del PalaBorgognoni e la quinta vittoria consecutiva.

«E’ stata una partita vera, come avevo sostenuto in settimana le gare vanno vinte sempre sul campo e non nei pronostici. Siamo partiti abbastanza bene ma poi abbiamo sofferto l’aggressività e l’agonismo dei ragazzi di Campli che hanno fatto una bellissima gara», è il commento di Rajola, «ed il punteggio di parità con il quale siamo andati al riposo la dice lunga. Nel terzo quarto siamo rientrati con un’altra testa ed abbiamo portato a casa la partita, non ammazzandola ma comunque avendo un margine rassicurante. Sono contento della vittoria, sapevo che poteva essere una partita difficile. Dobbiamo restare concentrati, perché ci aspettano due battaglie in casa, la prima con Fabriano che sarà importantissima per la classifica».

Il prossimo appuntamento con D’Eustachio e soci è per domenica prossima, finalmente in casa, alle ore 18 per il match contro Fabriano per la partitissima del Girone C.

Commenti

Un terzino per Pillon: i nomi in lista
Sebastiani: "Preso gol da polli, ma la classifica resta bella"