Prima squadra

Sebastiani: "Nessuno aveva pronosticato un avvio così convincente. E..."

Il presidente a Il Centro: "Siamo ancora imbattuti dopo sei giornate, invece dopo il match dell’Euganeo sembrava che avessimo perso"

05.10.2018 12:05

Il presidente Daniele Sebastiani è tornato a parlare. Lo ha fatto dalle colonne de Il Centro ieri in edicola, analizzando il momento dei biancazzurri dopo la gara di Padova ed in vista della sfida al Benevento. Daniele Sebastiani mercoledì è stato di persona al centro Vestina per incontrare i calciatori e l’allenatore, per rinfrancare la truppa dopo la beffa veneta e caricarla per la prossima delicata sfida. nsieme al presidente, al campo di allenamento di Montesilvano c’erano anche il responsabile dell’area tecnica Giorgio Repetto e il direttore sportivo Luca Leone.

Ecco le principali dichiarazioni del presidente rilasciate al quotidiano Il Centro in un pezzo a firma del collega Giovanni Tontodonati.

«Ho detto alla squadra di cancellare il finale della gara di Padova e di pensare a lavorare, ci attende la sfida con il Benevento che è una delle squadre più forti del campionato. Siamo ancora imbattuti dopo sei giornate, invece dopo il match dell’Euganeo sembrava che avessimo perso. Ai ragazzi ho detto che cinque minuti di black out non possono vanificare quanto di buono è stato fatto finora. Poi, però, ho aggiunto che in questo torneo è vietato mollare fino a quando non arriva il triplice fischio dell’arbitro. Nessuno aveva pronosticato un avvio così convincente. La strada è lunga, pensiamo al Benevento. In fondo», ricorda Sebastiani, «a Padova ci è successo quello che è accaduto già ad alcune nostre rivali. Ripeto, in B non bisogna mai abbassare la guardia o dare per acquisito un risultato, nemmeno quando si è in vantaggio di due reti a pochi minuti dal termine». 

Commenti

Mercato: un esterno d'attacco nel mirino del Pescara
Città San'Angelo: vigili del fuoco, carabinieri e protezione civile impegnati tutta la notte