Prima squadra

Fiorillo sempre più nella storia del Pescara

E' già sul podio dei portieri con più presenze, ora punta al primo posto

20.02.2019 00:19

Il suo desiderio è quello di legarsi al vita al Delfino e per esaudirlo la scorsa estate ha compiuto una vera e propria scelta di vita, rinunciando a tanti soldi e alla possibilità di giocare in una coppa europea. Vincenzo Fiorillo disse no al Qarabag ed ora è pronto a rincorrere un obiettivo importantissimo a livello personale: diventare il portiere con più presenze nella storia del Pescara.

A Crotone Fiorillo lunedì scorso ha disputato la sua partita numero 139 con la maglia del Pescara: raggiunto Paolo Bordoni, tra i pali biancazzurri dal 1997 al 2001, nella classifica dei portieri biancazzurri di tutti i tempi e nel prossimo turno metterà la freccia per prendersi il secondo posto solitario nello speciale palmares dei numeri uno del Delfino di sempre. Lo farà contro il Padova. Davanti a sé solo un uomo, poi. Ma un vero mito: Gino Di Censo, indimenticabile bandiera pescarese, arrivato tra il 1955 e il 1966 a 220 presenze in maglia biancazzurra. Oggi Fiorillo ha disputato 112 gare in serie B, 9 in A, 9 in Coppa Italia e altre 9 nei play-off di B e se dovesse giocare tutte le prossime 14 partite di campionato della stagione in corso, arriverebbe a quota 152 presenze. Ne mancherebbero ancora tante, quasi 70, per diventare il portiere più presente nella storia del Delfino. Altri tre campionati da titolare, gara più gara meno. Intanto è già una bandiera, un riferimento per società, squadra e tifosi. Una storia quasi d’altri tempi. Ma una storia davvero bella

 

Commenti

Quando Bepi Pillon allenava Max Allegri a Padova
L'incubo dell'ex Lapadula sta per finire